Interviste,  print,  Un solo mondo

«È difficile predire il futuro, ma possiamo prepararci ad accoglierlo»

A sessant’anni dalla creazione dell’attuale cooperazione internazionale, il ministro degli esteri Ignazio Cassis chiede più ottimismo e ricorda che l’uomo non ha mai vissuto un’epoca migliore in termini di sicurezza e prosperità. La decarbonizzazione e la digitalizzazione saranno le sfide future più importanti, da cui dipenderà la soluzione dei principali problemi dell’umanità. Mia intervista al presidente della Confederazione Ignazio Cassis pubblicata sulla rivista «Un solo mondo» della Direzione dello sviluppo e della cooperazione. Buona lettura

«È difficile predire il futuro, ma possiamo prepararci ad accoglierlo» (leggi l’intervista online, in formato PDF)

LinkedIn
LinkedIn
Share
Instagram