Laser, Rete DUE RSI

Kavi, il tamil costruttore di slitte

Una storia esemplare di integrazione. Kavitas Jeyabalan, detto semplicemente Kavi, è un profugo fuggito dalla guerra nello Sri Lanka. Arriva in Svizzera, a Coira, nel 1984, con un passato difficile da lasciarsi alle spalle e un futuro tutto da inventare. Kavi è uno dei tanti tamil che in quel periodo scappano da un conflitto intestino tra l’esercito singalese e le Tigri per la liberazione della patria Tamil. Questo movimento, meglio conosciuto come le Tigri Tamil, rivendicava la totale indipendenza dei territori tamil a nord e a est dell’isola. Iniziata nel luglio 1983, la guerra civile dura per 26 lunghi anni, si lascia dietro una scia di morte, quasi 100’000 vittime, e un milione di tamil sparsi per il mondo. 
In questa puntata di Laser vi proponiamo la storia di Kavi e della sua esemplare integrazione in Svizzera. Oggi fa parte della pro costume di Peist, nei Grigioni e parla perfettamente il dialetto locale. Ma soprattutto Kavi è il custode di una centenaria tradizione artigianale: è infatti l’ultimo costruttore delle slitte della val Schanfig. La sua testimonianza è accompagnata dalle spiegazioni di Damaris Lüthi, etnologa e autrice di un’ampia ricerca sulla comunità tamil in Svizzera.

La puntata «Kavi, il tamil costruttore di slitte» è andato in onda il 30 marzo 2012 durante la trasmissione «Laser» su Rete DUE, RSI.